Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Tu sei qui:HomeRete Natura 2000Benefici e vincoli

Benefici e vincoli

Il finanziamento di Natura 2000

La Direttiva Habitat prevede che ciascun Stato membro valuti l’importo necessario alla conservazione dei siti che ospitano habitat e specie prioritari e lo comunichi alla Commissione europea che partecipa al cofinanziamento delle misure di protezione indispensabili per la gestione dei Siti Natura 2000. La Commissione non prevede un fondo specifico ma l’integrazione delle politiche territoriali, individuando nei vari fondi comunitari le risorse necessarie per l’attuazione di Natura 2000 (a partire dal FEARS con le misure dei PSR, al FERS con le misure dei POR, al FEP). Per cercare di garantire efficacemente questa integrazione, la Commissione, in vista del prossimo ciclo di finanziamenti 2014-2020, ha predisposto una nuova modalità di programmazione (prevista peraltro già dall’Art.8.4 della Direttiva Habitat) attraverso la definizione di un “quadro delle priorità di azioni per Natura 2000” (PAF- Prioritised Action Framework).

Dunque la sfida cui in questa fase sono chiamati gli Stati membri è sempre più quella di una programmazione integrata, in cui le risorse afferenti ai vari fondi concorrono all'attuazione delle misure di conservazione attiva degli habitat e delle specie presenti nei siti.

La Commissione Europea ha pubblicato nel 2005 il manuale di indirizzo "Guida al finanziamento di Natura 2000". Le attività dei Gruppi di lavoro possono essere approfondite ai seguenti link: